Il tecnico della riabilitazione psichiatrica (abbreviato in TeRP), è una professione sanitaria afferente alle scienze della riabilitazione. Il settore della riabilitazione psichiatrica si propone la finalità di aiutare le persone, con disabilità psichiatriche, a potenziare il loro funzionamento così da avere successo ed essere soddisfatte nell’ambiente da loro scelto, richiedendo il meno possibile interventi professionali continuativi. Il lavoro primario di questa figura professionale è quello di creare dei progetti riabilitativi individualizzati per pazienti psichiatrici specialmente in fase cronica e subacuta. La riabilitazione psichiatrica è l’unico servizio per la salute mentale, che pone specificatamente l’accento sul miglioramento della performance del ruolo e si basa su un modello concettuale, nel quale sono riconosciute le conseguenze negative di una malattia mentale grave in termini di menomazione, disfunzione, disabilità e svantaggio. L’approccio riabilitativo, dando ampio risalto al trattamento delle conseguenze della malattia piuttosto che alla malattia di per sé, ha contribuito a far meglio comprendere agli operatori del settore l’impatto che un disturbo mentale grave ha sulla totalità della persona.

I princìpi e i valori fondamentali della riabilitazione psichiatrica sono secondo gli psichiatri americani William Anthony e Marianne Farkas (1989) i seguenti:

Orientamento sulla persona: l’attenzione è concentrata sull’essere umano nella sua interezza, piuttosto che su un’etichetta diagnostica o su una malattia.
Funzionamento: l’attenzione si rivolge al funzionamento della performance delle attività quotidiane.
Supporto: l’attenzione è concentrata sul sostegno per tutto il tempo necessario e desiderato.
Specificità ambientale: l’attenzione si rivolge al contesto specifico in cui una persona vive, apprende, socializza o lavora.
Coinvolgimento: l’attenzione è concentrata sull’inclusione degli individui come partners a pieno titolo in tutti gli aspetti della loro riabilitazione
Scelta: l’attenzione si rivolge alle preferenze della persona per tutta la durata del processo.
Orientamento sull’esito: l’attenzione si rivolge alla valutazione dell’intervento riabilitativo in termini di impatto sugli esiti.
Potenziale di crescita: l’attenzione è concentrata sul miglioramento del successo e della soddisfazione della persona, indipendentemente dalle sue difficoltà del momento.