D.M. 27 LUGLIO 1998, N. 316

 

Chi è :

Il Tecnico di Fisiopatologia Cardiocircolatoria e Perfusione Cardiovascolare è il Professionista Sanitario laureato e abilitato responsabile dei processi diagnostici e terapeutici a lui affidati, monitorizzando i parametri vitali, attraverso l’applicazione di tecnologie e tecniche specifiche concernenti la diagnosi e la cura delle patologie cardiovascolari. Il Tecnico di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare affronta e gestisce situazioni cliniche che pongono la persona in condizioni critiche, impiegando le proprie conoscenze per garantirne la sopravvivenza, stabilizzandone le funzioni vitali con tecnologie appropriate. Svolge attività didattica e di ricerca.

 

Che cosa fa :

Esegue autonomamente la prescrizione diagnostica e terapeutica a lui affidata, monitorizzando i parametri vitali, valutando i segni e i sintomi così da formularne una corretta interpretazione.

– esegue in autonomia ECG basale, dinamico (sec Holter) e da sforzo;

– effettua i test per la valutazione della funzionalità cardiorespiratoria (Spirometria);

– gestisce l’esecuzione tecnica dell’esame ecocardiografico completo di valutazione quantitative ed eco flussimetriche del sistema cardiaco e/o vascolare;

– gestisce le apparecchiature per lo studio elettrofisiologico endocavitario ed endoesofageo e i sistemi di mappaggio elettroanatomico;

– esegue il controllo strumentale del paziente portatore PM e ICD, anche attraverso il supporto della tele-medicina;

– gestisce autonomamente le metodiche di circolazione extracorporea garantendo la protezione d’organo attraverso l’ossigenazione e la perfusione sistemica;

– valuta l’ossimetria e l’emogasanalisi durante i cateterismi;

– misura la portata cardiaca, delle pressioni endocavitarie;

– gestisce Ivus per la tecnica sonografica endoluminale;

– gestisce le apparecchiature laser per disostruzioni stenosi coronariche e periferiche;

– applica le tecniche di dialisi extracorporea;

– gestisce i sistemi di supporto circolatorio e cardiopolmonare, quali LA.B.P, E.C.M.0., V.AD., cuore artificiale, emofiltrazione, ultrafiltrazione ed emodialisi;

– utilizza le metodiche extracorporee normotermiche e ipertermiche per terapia antiblastica, pelvica, peritoneale, toracice, arti e fegato;

– trasporto per le assistenze circolatorie/respiratorie (parte integrante dell’ECMO TEAM).

 

Dove lavora:

Ospedale:

Cardiologia, Cardiologia interventistica, Ecocardiografia, Elettrofisiologia ed Elettrostimo-lazione cardiaca Cardiochirurgia, Chirurgia Vascolare e varie specialità chirurgiche.

Aree di cure intensive

Medicine Sportive

Centro trapianti/espianti

Oncologia

Territorio: negli ambulatori